Il forum libero di www.Guruji.it
Il forum libero di www.Guruji.it
Home | Profilo | Registrazione | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome utente:
Password:
Salva la password
Hai dimenticato la Password?

 Tutti i forum
 Il forum libero di www.Guruji.it
 Discussioni e opinioni generali
 Dibattito sullo Yoga
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Pagina Precedente
Autore Discussione precedente Discussione Discussione successiva
Pagina di 2

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 28/06/2007 :  00:26:15  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Perché nell'esame del "LATO NEGATIVO" mi ha pregato di non fare diagnosi di patologia narcisistica? Evidentemente è questo che lei si sente, lei si sente proprio un narcisista, solo che se lo nega. E' il meccanismo della proiezione paranoide: lei possiede di sè un'immagine sostanzialmente narcisistica; l'Io inconscio fa sì che lei si liberi di questa rappresentazione conflittuale con il narcisismo stesso attribuendola a me, giungendo così alla conscia convinzione che io pensi di lei che è un narcisista patologico. Se ci riflette un attimo, è un ragionamento logico.
Nel suo ragionamento sul fatto che io sono venuto a conoscenza dello Yoga non c'è una piega, ed è questa la pecca: quando non c'è piega, niente si regge. Per reggere verticalmente un foglio di carta, occorre che codesto sia piegato, altrimenti è ovvio che cade. Lo stesso si fa con il cartone: se nota, fra uno strato e l'altro, vi è un foglio tutto a grinze, proprio perchè il cartone possa reggersi in piedi. C'è quindi troppa linearità nel suo concetto: detto così, chiunque venga a conoscenza dello Yoga dovrebbe essere indirizzato verso quella via. Mia sorella, infatti, afferma che se lei mi spiega tutte quelle filosofie, non è a caso: tutto sembra far parte di un disegno intelligente. Altrettanto intelligente è la concezione di questo disegno, che, mi creda, è del tutto umano. Tutto rispecchia il voler far credere a chiunque venga a contatto con lo Yoga che quella sia la sua via; a tal punto, visto che ormai tutti ne sono a conoscenza, i vostri potenti che per ora si definiscono semplicemente "saggi" o "illuminati", ma il cui ruolo futuro è facilmente prevedibile, avrebbero tutto il mondo sottomesso. E' certo che tutto fa parte di un disegno intelligente (o forse solo furbo), ma concepito dalla mente umana, come dalla mente umana è concepito il disegno di potere di TUTTE le chiese e tutte le sette.
La prego di non giudicarmi per quello che le ho detto – non appena leggerà il messaggio, sarà pronto con le grinfie, immagino, ed è comprensibile; sto cercando solo di aprirle gli occhi. Lei ha trovato se stesso in questa disciplina; Tom Cruise ha ritrovato se stesso negli Scientology; il mio compagno di odontoiatria smise di drogarsi entrando nella sua setta satanica, cominciando però a tagliarsi. Questa era la SUA felicità, la SUA verità. Come vede, di verità ve ne sono molte.
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 28/06/2007 :  02:57:28  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Citazione:
Perché nell'esame del "LATO NEGATIVO" mi ha pregato di non fare diagnosi di patologia narcisistica?

Mi crede se le dico che mi viene da ridere.... lei non aspettava altro... aspettava solo un mio passo falso per poter giustificare questa mia visione delle cose. Mi creda ho precisato tra parentesi la frase proprio perchè sapevo benissimo che lei avrebbe idealizzano concetti psicologici sul mio pensiero.
Comprendo il suo disappunto, e mi sarei giocato tutto che lei avrebbe risposto in questo modo, ma nonostante lei tenti di giustificare le mie azioni o quelle del mio Amato Guru con i suoi studi mentali, dentro di lei sa benissimo che io ho ragione ! E' proprio questo che le da fastidio.... non concepire il fatto che ha perso 10 anni della sua vita in concetti di basa che sono stai smontati da questa nuova visione delle cose.
Mi dispiace ripetermi su questo.... ma pultroppo la psicologia e soprattutto la psichiatria sono molto indietro, ma non si preoccupi cerchi di vedere il lato positivo delle cose. Al posto suo farei tesoro delle informazioni che ha acquisito su questo Forum.
Se le dicessi di certe esperienze che faccio mi direbbe che la mia follia è al suo apice massimo, ovviamente non posso rivelarle nulla di cosi personale, (e a questo punto avrà un'altro spunto per diagnosi patologica hi hi hi) Il rapporto che si crea tra te e il Divini è la cosa più segreta che possa esistere. Lei andrebbe in giro a raccontare cose sue estremamente riservate ? no di certo.


Cordialmente -- Mukunda --

PS: inizio a volerle bene, cari saluti.

Modificato da - Mukunda on 28/06/2007 03:04:37
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 28/06/2007 :  03:48:27  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Da cosa sono state smontate le prove scientifiche? Dallo Yoga? La prego, adesso è lei a risultarmi molto simpatico. Anche lei comincia a farsi voler bene.
Perché poi non dovrei raccontare cose mie personali? La sua (o meglio, la vostra) è una continua repressione, e che lei critichi la medicina che cura i malati mentali dicendo che sono anni sprecati, beh, le auguro tanto di non trovare sulla sua strada un paziente antisociale, altrimenti per lei sarebbero seri guai. Lei si mostra in tal modo del tutto insensibile di fronte alla sofferenza di quei bambini abusati dai genitori, di fronte alle violenze che subiscono i malati di mente, di fronte alla sofferenza dei pazienti borderline, dicendo che la psichiatria non li aiuta, che capisco subito quanto siano falsi i vostri ideali. La psichiatria, controlli le statistiche, aiuta i pazienti; voi, come Yogananda spiegava nel capitolo "Cosa sono gli spiriti?" nel suo libro "L'eterna ricerca dell'uomo", non sapete nulla né di psicologia, né di psichiatria. Altro che smontata, lei cerca di distogliere uno psichiatra dal suo lavoro umiliandolo e umiliando tutti i pazienti che di lui si fidano.
Il suo vero essere è venuto a galla, esattamente quello che mi proponevo dall'inizio. Lei è umano, è fatto di carne e di nervi, e basta. Grazie alla sua insensibilità nei confronti dei malati ho capito che siete esattamente come Scientology: pur di attirare gente, ridete dei danni altrui, a solo scopo di potere. A questo punto, la mia missione si è compiuta. Spero abbia capito di essere un umano ipocrita come siamo tutti noi e come presumibilmente è stato il suo guru.
Legga solo come sono realmente e scientificamente gli Scientologists: partono da teorie infondate per criticare una disciplina che sanno potrebbe rendere i malati capaci di scegliere. Per questo vedono minato il loro potere: http://xenu.com-it.net/txt/ritalin02.htm
"Prendere il controllo dei metodi di salute mentale su tutto il pianeta";questo è quel che raccomandò Hubbard, capo della chiesa Scientology.

PS: voglio ancora credere che lo Yoga non sia l'immagine di lei, Mukunda, perché al contrario di lei io mi sento "buono" in termini cattolici.

Modificato da - M. A. on 28/06/2007 04:24:39
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 28/06/2007 :  08:47:43  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Intuivo a priori che si sarebbe contrariato, non fa niente, accetto le sue critiche. Buona giornata.

Cordialmente -- Mukunda --
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 28/06/2007 :  13:36:40  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Perchè risponde in modo così abbreviato? Forse perché vi ho messo di fronte alla vostra realtà? Siete atti anche voi al lavaggio del cervello, oppure siete solo sottomessi ai vostri grandi capi? Mi spieghi meglio: magari riusciamo ad intenderci.
Le mie non sono critiche, sono osservazioni. Uno psichiatra non critica né giudica: si limita ad osservare e descrivere.
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 28/06/2007 :  14:01:30  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Citazione:
Altro che smontata, lei cerca di distogliere uno psichiatra dal suo lavoro umiliandolo e umiliando tutti i pazienti che di lui si fidano.


Questa mattina ho letto il messaggio velocemente perchè non avevo tempo per via di un impegno; adesso riflettendocci meglio ritengo che lei ha qualche problema...

Guardi che qui nessuno è mai venuto a cercarla per farla distogliere dal suo lavoro, fino a prova contraria è stato lei a cercare noi in questo forum aprendo di sua spontanea volontà "Dibattito sullo Yoga" e "Meditazione: Le ragioni dell'estasi".
Di certo io non le ho mai detto di abbandonare la psichiatria, anzi l'ho incoraggiata ad aiutare il prossimo con una nuova visione delle cose.
Citazione:
Lei si mostra in tal modo del tutto insensibile di fronte alla sofferenza di quei bambini abusati dai genitori, di fronte alle violenze che subiscono i malati di mente, di fronte alla sofferenza dei pazienti borderline, dicendo che la psichiatria non li aiuta, che capisco subito quanto siano falsi i vostri ideali.

Per carità non ho mai mostrato insensibilità nei confronti di persone che stanno male, e non le permetto di asserire certe falsità ! Lei non mi conosce e di certo non sà che attività faccio io ! Io non ho mai parlato male di lei, la prego di mantenere un certo contegno degno di colui che, professionalmente, dovrebbe essere al di sopra delle parti.

Citazione:
Il suo vero essere è venuto a galla, esattamente quello che mi proponevo dall'inizio. Lei è umano, è fatto di carne e di nervi, e basta. Grazie alla sua insensibilità nei confronti dei malati ho capito che siete esattamente come Scientology: pur di attirare gente, ridete dei danni altrui, a solo scopo di potere. A questo punto, la mia missione si è compiuta. Spero abbia capito di essere un umano ipocrita come siamo tutti noi e come presumibilmente è stato il suo guru.


Io non le ho mai dato dell'ipocrita... le ripeto... lei stà esagerando.
Citazione:
voglio ancora credere che lo Yoga non sia l'immagine di lei, Mukunda, perché al contrario di lei io mi sento "buono" in termini cattolici.


Cosi mi identifica tre i cattivi...

Comunque se dovessi mettermi nei suoi panni professionali le direi che lei ha qualche problema conflittuale, che sfocia in patologia. Questa coflittualità le provoca insicurezza che a sua volta sfocia con reazioni paranoidi schizzofreniche; la prova lo si ha nelle risposte che dà qui su questo forum... lei non riesce a mantenere la calma in questo dibattito, sfociando in ripetuti attacchi di ira senza senso. La cura palleativa potrebbe essere 10 gocce di lexotan al bisogno... la cura definitiva potrebbe essere la pratica della meditazione trascendentale.

Cordialmente -- Mukunda --


Modificato da - Mukunda on 28/06/2007 17:25:55
Vai ad inizio pagina

yeiaiel

Messaggi 112

Spedito - 28/06/2007 :  14:38:05  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Citazione:
Originariamente inviato da M. A.

Innanzitutto non so perché consideriate "Illuminati" certi uomini che sono esattamente uguale a voi; non riuscite a comprendere che questi grandi illuminati, con le loro teorie, vi sminuiscono? Io sono così come lei mi definisce perché mi pongo esternamente alla situazione e osservo, non giudico. Io non mi fondo solo sulle teorie di Freud o di Jung, o qualunque altro psicoanalista;io mi fondo innanzitutto sulla MIA esperienza clinica con pazienti esattamente uguali ai "rishi" dell'antica India. Che cosa differenzia un delirio paranoide dalla vostra credenza? Mi illumini lei, visto che io sono solo un povero psichiatra che si è fatto un mazzo così per 10 anni solo per non capire niente della mente umana, e non solo, che si iscriverà ancora alla specializzazione in Neuropsichiatria infantile. Evidentemente, io non so nulla del mio lavoro. E' così?



Tu hai imparato solamente quello che gli altri hanno scritto della mente, ma tutta in modo molto razionale, tu purtroppo non hai ancora avuto esperienze dello spirito, ti basi solo sugli altri ed hai paura di guardare dentro di te. Non si fanno esperienze guardando gli altri, ma solo guardare dentro di te. Ad ognuno lascia il proprio modo di esprimersi e quello che ai tuoi occhi può sembrare follia, non scordare che ai nostri occhi degli Illuminati i folli siete voi. Comincia a fare yoga e meditazione leggi il libro di Osho Rajneesh "Il libro dei segreti".

Per diventare Illuminato nessun Dio lo può regalare ma solo quando la persona è pronta (come un frutto quando è maturo si stacca dall'albero).
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 28/06/2007 :  14:50:50  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Adesso un praticante di Yoga fa le diagnosi via internet ad uno psichiatra, interessante. Però sappia che "schizofrenico" va con una 'z'. Inoltre se parla di "paranoide" in tal contesto vuol dire che non sa cos'è la paranoia.

Continui le sue meditazioni: com'è che da potenziale aiutante sono divenuto un malato di schizofrenia? Sa cos'è la schizofrenia? Non prenda in giro gli schizofrenici. E comunque il lexotan, come tutti gli psicofarmaci, si misura in mg/die, non in "gocce".
Io ho descritto il suo atteggiamento, perché lei mi è parso tale (ipocrita) quando ride delle cure per gli schizofrenici; se fosse anche solo un po' informato, saprebbe che la schizofrenia non la si cura con la psicoterapia né con altro, ma solo con i neurolettici. Può informarsi presso i miei pazienti riguardo la mia professionalità, infine.
Per ultimo, legga questo articolo di un esimio collega: http://it.health.yahoo.net/c_news.asp?id=12581. La prego di leggerlo, è molto interessante. Vorrei sapere anche cosa ne pensa, evitando frasi non dimostrate del tipo: "gli psichiatri sono inutili" o " gli psichiatri non sanno fare il loro lavoro". Grazie.
Il mio studio vuole essere antropologico, più che di esperienza personale. Cerchi di comprendermi, piuttosto che attaccarmi e criticarmi in continuazione e additandomi come "schizzofrenico".

Grazie.

Modificato da - M. A. on 28/06/2007 14:52:00
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 28/06/2007 :  15:05:40  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Il fatto che lei venga qui a cercare delle risposte sta ad indicare che dentro di lei ci sono delle insicurezze, continua questo dibattito criticando ripetutamente la mia visione delle cose... come potrebbe essere possibile ? lei ha fatto degli studi sulla mente umana ! Dovrebbe essere sicuro di ciò che ha studiato ! Ma allora perche continua a fare della domande a noi esseri mortali ?
Se per lei siamo patologici (come mi scrisse nel primo post.) perchè non rivolge le sue domande a chi ritiene più giusto ?
Se è coerente con ciò che crede, chiuda il dibattito evitando di dare altre critiche.

Comunque guardi che anch'io non condivido Scientologists.

Cordialmente -- Mukunda --


Modificato da - Mukunda on 02/07/2007 01:56:00
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 28/06/2007 :  17:30:27  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Preferisco, come da psichiatra, parlare con gente deviata piuttosto che con gente normale. Comunque ho solo supposto che le vostre credenze possano essere il frutto di una patologia di qualcuno vissuto anticamente (gli scienziati indù, per dirci tutto), ma era solo una supposizione. Se lo credessi veramente, dovrei dire che anche i cattolici sono malati di mente.
Desidero spostare, se mi permette, il tutto su un altro discorso. Cosa differenzia la vostra setta dalla Scientology?
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 28/06/2007 :  18:05:47  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
La SRF non è una setta.

Non ho molte informazioni su Scientology, so solo che è una organizzazione che ha spillato quattrini a gente ricca convincendoli di una evoluzione della psiche... ma non ne sono sicuro.


La Self Realization Fellowship è un'organizzazione senza scopi di lucro fondata da Paramahansa Yogananda per diffondere in tutti i paesi la conoscenza di precise tecniche scientifiche aventi lo scopo di far ottenere la personale e diretta esperienza di Dio. Insegnare che lo scopo della vita è l'evoluzione, ottenuta mediante l'autosforzo, della limitata coscienza mortale dell'uomo, verso la coscienza di Dio.
E per facilitare il raggiungimento della comunione con Dio, erige in tutto il mondo templi SRF e incoraggia la fondazione di templi individuali di Dio nelle case e nei cuori degli uomini.
Rendere palese la completa armonia e l'unità fondamentale esistenti fra il Cristianesimo originale insegnato da Gesu Cristo e lo Yoga originale insegnato da Bhagavan Krishna e dimostrare che questi principi di verità sono la base scientifica comune a tutte le religioni.
Indicare la via unica e Divina alla quale conducono, alla fine, tutti i sentieri di vera fede religiosa: la strada maestra della quotidiana e scientifica meditazione devozionale su Dio.
Liberare l'uomo dalla triplice umana sofferenza: malattie fisiche, disarmonie mentali e ignoranza spirituale.
Incoraggiare il principio di "vita semplice e pensiero elevato" e diffondere uno spirito di fratellanza tra tutti i popoli, rivelando la base eterna della loro unità: la comune parentela con Dio.
Dimostrare la superiorità della mente sul corpo, dell'anima sulla mente.
Superare il male col bene, la tristezza con la gioia, la crudeltà con la gentilezza, l'ignoranza con la saggezza.
Unire scienza e religione realizzando l'unità fondamentale dei loro principi.
Promuovere la comprensione culturale e spirituale tra Oriente e Occidente e l'interscambio delle rispettive caratteristiche migliori.
Servire l'umanità come il più grande Sè

Cordialmente -- Mukunda --

Modificato da - Mukunda on 28/06/2007 18:11:15
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 28/06/2007 :  20:17:51  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Ah, allora niente lucro. Perfetto, scusi per il paragone con la scientology.
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 28/06/2007 :  21:05:16  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Citazione:
Ah, allora niente lucro. Perfetto, scusi per il paragone con la scientology.


Ovviamente se chiede le tecniche SRF la casa madre le chiederà tre dollari USA per la riproduzione cartacea e per l'affrancatura di ritorno, mi sembra che non ci sei niente di lucro... giusto ?

Cordialmente -- Mukunda --
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 28/06/2007 :  23:25:45  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Se si tratta solo di tre dollari, mi auguro che questi vengano spesi in opere come beneficenza o aiuti vari. Tre dollari moltiplicati per migliaia di praticanti fanno MOLTI dollari.
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 29/06/2007 :  01:05:39  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Mi scusi io non la capisco davvero... secondo lei tre dollari fanno lucro ? le ho appena spiegato che i tre dollari che si inviano sono per la riproduzione cartacea e per l'affrancatura di ritorno, alla SRF non si ruba niente.

Modificato da - Mukunda on 05/07/2007 18:07:50
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 29/06/2007 :  02:12:47  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Citazione:
Originariamente inviato da Mukunda

Mi scusi io non la capisco davvero... secondo lei tre dollari fanno lucro ? le ho appena spiegato che i tre dollari che si inviano sono per la riproduzione cartacea e per l'affrancatura di ritorno, alla SRF non si ruba niente.



Ma la Scientology non ha solo spillato soldi. La Scientology ha anche traviato molte menti sane facendo campagne anti-Ritalin, quando abbiamo le prove che il metilfenidato funziona. Ecco un articolo molto breve sulla scientificità della terapia a base di Ritalin, visto che non crede nell'effetto degli psicofarmaci. http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=4168
Comunque non dubito del fatto che la SRF non abbia fini di lucro. La domanda ora è fatidica per comprendere le vostre analogie o le vostre differenze con Scientology, e la prego di fornirmi l'informazione.
Lei pensa che una meditazione possa curare un bambino gravemente affetto dalla sindrome ADHD? Perchè le spiego cos'è successo oggi.Ho provato – forse da irresponsabile –, invitando mia sorella in clinica, a spiegare al bambino che ho in cura in cosa consiste la meditazione. Inizialmente ha acconsentito a provare, si è seduto con le gambe incrociate e con le mani sulle ginocchia (io, per la verità, la pensavo in modo diverso!), e mentre mia sorella lo esortava a concentrarsi, lui si è alzato e le ha rubato il portafogli dalla borsetta. Quando lei gliel'ha sottratto, si è messo a gridare talmente forte che i colleghi sono entrati per controllare; era talmente su di giri che sparava parolacce orrende che lei nemmeno immagina, cattiverie come un indemoniato, contorceva il viso in espressioni minacciose che mia sorella ha detto proprie di un criminale posseduto. Lei non immagina la scena; abbiamo dovuto calmarlo e ho ordinato di sottoporlo ad un EEG e a puntura lombare. Ho refertato subito l'esame EEG e ho riscontrato anomalie in sede alpha-temporale (che farò presenti nelle mie statistiche per la Rivista di Psichiatria); attendo i risultati dell'esame lombare per refertarlo (ci vorrà almeno un settimana). Perché la meditazione non ha funzionato? Sono fortunato che il direttore della clinica è un mio amico conosciuto al quarto anno di Medicina, e non sono stato espulso per ciò che ho fatto, anche perché è stato definito un valido tentativo terapeutico. Però, se devo essere sincero, senza offesa, non ho trovato nessun riscontro clinico.

Modificato da - M. A. on 29/06/2007 02:15:53
Vai ad inizio pagina

yeiaiel

Messaggi 112

Spedito - 29/06/2007 :  08:53:54  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Citazione:
Originariamente inviato da M. A.

Citazione:
Originariamente inviato da Mukunda

Mi scusi io non la capisco davvero... secondo lei tre dollari fanno lucro ? le ho appena spiegato che i tre dollari che si inviano sono per la riproduzione cartacea e per l'affrancatura di ritorno, alla SRF non si ruba niente.



Ma la Scientology non ha solo spillato soldi. La Scientology ha anche traviato molte menti sane facendo campagne anti-Ritalin, quando abbiamo le prove che il metilfenidato funziona. Ecco un articolo molto breve sulla scientificità della terapia a base di Ritalin, visto che non crede nell'effetto degli psicofarmaci. http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=4168
Comunque non dubito del fatto che la SRF non abbia fini di lucro. La domanda ora è fatidica per comprendere le vostre analogie o le vostre differenze con Scientology, e la prego di fornirmi l'informazione.
Lei pensa che una meditazione possa curare un bambino gravemente affetto dalla sindrome ADHD? Perchè le spiego cos'è successo oggi.Ho provato – forse da irresponsabile –, invitando mia sorella in clinica, a spiegare al bambino che ho in cura in cosa consiste la meditazione. Inizialmente ha acconsentito a provare, si è seduto con le gambe incrociate e con le mani sulle ginocchia (io, per la verità, la pensavo in modo diverso!), e mentre mia sorella lo esortava a concentrarsi, lui si è alzato e le ha rubato il portafogli dalla borsetta. Quando lei gliel'ha sottratto, si è messo a gridare talmente forte che i colleghi sono entrati per controllare; era talmente su di giri che sparava parolacce orrende che lei nemmeno immagina, cattiverie come un indemoniato, contorceva il viso in espressioni minacciose che mia sorella ha detto proprie di un criminale posseduto. Lei non immagina la scena; abbiamo dovuto calmarlo e ho ordinato di sottoporlo ad un EEG e a puntura lombare. Ho refertato subito l'esame EEG e ho riscontrato anomalie in sede alpha-temporale (che farò presenti nelle mie statistiche per la Rivista di Psichiatria); attendo i risultati dell'esame lombare per refertarlo (ci vorrà almeno un settimana). Perché la meditazione non ha funzionato? Sono fortunato che il direttore della clinica è un mio amico conosciuto al quarto anno di Medicina, e non sono stato espulso per ciò che ho fatto, anche perché è stato definito un valido tentativo terapeutico. Però, se devo essere sincero, senza offesa, non ho trovato nessun riscontro clinico.



Prima di tutto la meditazione va fatta con costanza e consapevolezza, e certamente non è perché uno si sieda a farla la prima volta e sopratutto imposta da altri, che si ottengono dei risultati. E' possibile anche che questo bambino sia posseduto nel suo corpo da altre entità. E' logico che dando sedativi e psicofarmaci che intontiscono la mente questi si calmino e dormono, questo non vuol dire curare.
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 29/06/2007 :  10:58:19  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Non si possono avere risultati se non si è convinti di vincere il problema con la meditazione. Le ho specificato in precedenza che solo un'azione di volonta dinamica e perseveranza possono cambiare le cose ! Si la meditazione funziona, unita alle tecniche di meditazione, ma solo se il soggetto vuole applicarla con costanza.
Scusi se le dico questo, per favore non si arrabbi.... ma io non credo al racconto che mi a palesato... non credo che sua sorella sia venuta in clinica per sperimentare una cosa del genere, se sua sorella ha intrapreso questo sentiero evolutivo sa benissimo che colui che inizia deve quanto meno aver letto i due libri che le ho detto, non si può mettere in pratica un discorso se prima non si sono acquisite le nozioni di base. Sarebe come dire al primo arrivato di fare il pschiatra senza aver mai studiato.
E' chiaro che chi è pazzo in forma estrema difficilmente potra essere fatto qualcosa di risolutivo, i psicolettici o i psicofarmaci non risolveranno di certo la sua pazzia, potranno solo attutire il fattore di picco, rendendo il soggetto inerme.

Sa, ho pensato a un suggerimento da darle (potrebbe essere che lei ha gia studiato la mia teoria) su come aiutare un soggetto che prima stava bene e che all'improvviso per una pseudo causa si è ammalato.... se vuole le dico come la penso...

Cordialmente -- Mukunda --
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 29/06/2007 :  13:16:45  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
No, il racconto è vero. Forse dovrei dirlo io a mia sorella. Evidentemente non è poi così pratica di meditazione.
Ma guardi che difficilmente un uomo nasce malato, generalmente lo diventa in seguito agli stimoli ambientali e a predisposizioni di natura biologica.
I neurolettici in più occasioni risolvono completamente la situazione; il Ritalin ha guarito permanentemente molti ragazzini. Non funzionano solo da palleativo; inoltre la ECT (terapia elettroconvulsiva) applicata con farmaci analgesici può dare risultati permanenti sulle psicosi depressive.
Sono ben accetti tutti i consigli, grazie.
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 29/06/2007 :  15:03:27  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Il soggetto che per cause ignote o conclamate, inizia a soffrire di ansia e depressione non deve mai perdere il ricordo di quando stava bene ed era felice. E' di estrema importanza che ricordi sempre chi era, altrimenti perderà la sua personalita sana nei meandri della mente.... questo è il fattore primario di un psicologo, far si che il paziente non perda la sua personalità sana, stimolare ricordi felici e positivi prima dell'evento negativo, inducendo il soggetto a ritornare come era prima dell'evento.

Non so se in psicologia si studia anche questo concetto, ma mi creda ho rischiato veramente di perdermi nella follia. Quando sei nel periodo oscuro se non reagisci peggiori giorno dopo giorno allontanandoti dalla tua vera personalità L'HO VISSUTO SULLA MIA PELLE ! Sa come facevo a stare a galla prima della meditazione ? mi sforzavo di ricordare il tratti di vita vissuti prima dell'evento negativo, ricordando cose semplici e soprattutto cose felici: Le mangiate con gli amici, lo sport, le giornate al mare, in montagna, le ragazze che avevo conquistato, ecc. ecc. tutto era buono per rimanere a galla e non affondare nel pozzo buio e oscuro della follia.
Altre cosa che facevo e che mi e servita era aumentare la forza di volontà attraverso: Lo sport (ogni giorno andavo a correre per un'ora); il lavoro manuale: zappavo la terra e piantavo semi di pino nelle montagne questo mi dava soddisfazione perchè sapevo che stavo costruendo cose buone e giuste; lo studio della psicologia e della psichiatria per scoprire come uscire dal problema (non trovai mai personale soddisfazione); stare in buona compagnia evitando di stare solo senza fare niente, cioe, se stavo solo senza fare niente cadevo nell'oblio, se ero in "buona" compagnia anche se non "agivo" stavo discretamente bene. Tutto ha importanza nella cura di questi problemi. Un'ulteriore suggerimento personale che le dò è questo: dica ai suoi pazienti che di nervosismo non si muore ! quando sei giù, di a te stesso: BUIO DELLA FOLLIA TU NON VINCERAI... IO VINCERO' SEMPRE SU DI TE! questa per me è stata manna Divina ! Lessi il mantra in un libro del mio Amato guru e lo ripetevo con FORZA ogni volta che stava arrivando il "buio". Restavo a galla con la forza di volotà dicendo a me stesso che ero più forte di qualsiasi brutto pensiero o qualsiasi manifestazione "oscura".
Subito dopo aver letto il libro per intero cominciai a meditare con forza di volontà dinamica e con convinzione di causa ! Non solo arrivò la completa guarigione ma trovai ben altro da scoprire !

Cordialmente -- Mukunda --

Modificato da - Mukunda on 29/06/2007 15:04:51
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 29/06/2007 :  18:06:25  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Infatti è proprio questo su cui ci focalizziamo durante il percorso terapeutico. Però è un lavoro molto difficile per ogni paziente: parliamo in termini di transfert e controtransfert, concetti troppo complicati per essere spiegati qui. Però, molto più semplicemente, le dirò che per un paziente che non è ancora sprofondato nel baratro della psicosi depressiva, la cosa è attuabile; quando la cura non viene ritrovata prima, allora si entra in uno stato nel quale il paziente è impossibilitato dalle istanze intrapsichiche a dar valore a ciò che di bello aveva prima, interpretandolo così come un'illusione. Per essere entrato in fase psicotica, il paziente depresso deve aver esperito gravi traumi che hanno portato alla modificazione neurobiologica dei neurotrasmettitori, in particolare della serotonina e della norepinefrina. Anche qui, non mi dilungo troppo. Quando però il paziente è entrato in psicosi, niente di psicologico può agire sulla sua mente:è necessario uno stimolo fisico. A questo punto, interviene il brutale ma efficace elettroshock. Non l'ho mai somministrato, e spero di non doverlo mai fare. Troverà sicuramente, cercando su internet, il caso famoso della ragazza che voleva suicidarsi perché credeva di essere il demonio. La ECT ha risolto tutto, ora lei vive bene con suo marito e i suoi due figli.
Per l'ADHD la cosa è più difficile: il bambino non vive male nella sua condizione, ma si diverte a far del male, a distruggere, e in non pochi casi ad uccidere. Niente gli permette di concentrarsi su un ascolto, mi creda: l'unica è la dose di 10 mg/die di Ritalin.
Credo che per chi non esperisce certi bambini (non sto parlando di lei) sia molto semplice parlare dicendo "Abbasso il Ritalin!". I genitori di una mia piccola paziente rischiavano la vita ogni giorno. Oggi è lei stessa a telefonarmi, qualche volta sua mamma, e mi chiede come sto e come va il lavoro. Spesso le telefono io; grazie al dosaggio di metilfenidato è TOTALMENTE GUARITA. Non c'è da stupirsi, del resto.
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 29/06/2007 :  18:43:56  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Citazione:
Credo che per chi non esperisce certi bambini (non sto parlando di lei) sia molto semplice parlare dicendo "Abbasso il Ritalin!". I genitori di una mia piccola paziente rischiavano la vita ogni giorno. Oggi è lei stessa a telefonarmi, qualche volta sua mamma, e mi chiede come sto e come va il lavoro. Spesso le telefono io; grazie al dosaggio di metilfenidato è TOTALMENTE GUARITA. Non c'è da stupirsi, del resto.


Non sono un'esperto del settore, e le confesso che posso solo immaginare certi soggetti gravi... se lei dice che è guarita accetto come vero il suo risultato diagnostico.
Di certo non si può indurre o far capire a uno che non può più capire; è già difficile di per se far capire questa nuova visione delle cose ad un soggetto normale, si figuri come lo può essere per un soggetto con problemi. Dal canto mio le assicuro che la meditazione funziona, ma pultroppo non può essere somministrata.

Sono a disposizione se ha ulteriori domande da farmi.

Cordialmente -- Mukunda --

Modificato da - Mukunda on 29/06/2007 18:44:32
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 29/06/2007 :  18:50:40  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
La ringrazio; scriverò forse fra qualche giorno, per chiederle alcuni chiarimenti su alcune altre cose, perché ora proprio non ho tempo.

Cordiali saluti.
Vai ad inizio pagina

M. A.

Messaggi 32

Spedito - 30/06/2007 :  12:34:42  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Cosa pensa lei della possessione?
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 02/07/2007 :  02:04:26  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Mi scusi se non ho ancora risposto ma ho avuto molti impegni le rispondo il prima possibile.

Cordiali saluti -- Mukunda --
Vai ad inizio pagina

yeiaiel

Messaggi 112

Spedito - 02/07/2007 :  08:22:56  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Citazione:
Originariamente inviato da M. A.

Cosa pensa lei della possessione?



Riferendomi alle domande degli esorcisti:
è la persona stessa, che la sua parte di male ha il sopravvento del suo condizionamento della civiltà che ci vuole in questo modo per il quieto vivere tra di noi, se non ci fosse questo ci sbraneremmo fra di noi, senza l'intervento di quei poveri disgraziati diavoli, che l'umano in fatto di cattiveria ne è maestro, senza bisogno di essere posseduto.
In poche parole ogni imperfezione dell'uomo è solo causa sua e per vincere questo è solo la persona stessa che deve avere la forza e la coscienza per non essere coinvolto. Il nostro spirito è solo nostro nessuno può penetrare siamo noi col nostro pensiero negativo che crediamo di avere quella possessione ma questo svanisce quando la persona ne è pienamente consapevole, se un'esorcista toglie quel malefico praticamente non fa nulla ma è la persona che crede che gli hanno tolto il male, ma può tornare ancora. Ma quando avrà capito il meccanismo che tutto è immaginazione del pensiero proprio e arriva ad essere cosciente della negatività tutto svanisce.

Modificato da - yeiaiel on 02/07/2007 08:46:29
Vai ad inizio pagina

Mukunda

Messaggi 1006

Spedito - 02/07/2007 :  21:34:39  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Dietro questo universo è nascosto un'altro mondo: l'astrale. I suoi abitanti sono rivestiti di una forma astrale fatta di luce. Non avendo un corpo fisico, essi sono "fantasmi", a noi invisibili. Solitamente sono confinati nella propria sfera, come noi lo siamo nel nostro mondo fisico.
Se, per gli astrali male intenzionati, fosse facile penetrare nel piano terrestre per danneggiarci, vivremmo costantemente nel terrore.
C'è già orrore sufficiente su questa nostra terra. Non vi pullulano forse milioni di germi letali ?
Certamente Dio non vorrebbe aggiungere alla nostra sofferenza l’interferenza degli spettri!
Tuttavia ci sono alcuni esseri astrali conosciute come “anime vagabonde”. Queste sono legate alla terra a causa di forti attaccamenti al mondo, e sono desiderose di entrare in una forma fisica per usufruire del godimento dei sensi.
Tali esseri, di solito, sono invisibili e non hanno il potere di influenzare le persone normali.
In qualche occasione le anime vaganti riescono ad entrare nel corpo e nella mente di qualcuno e a prenderne possesso, ma solo se quella persona è mentalmente instabile o se ha indebolito la propria mente mantenendola spesso vuota e senza pensieri. E’ come lasciare un’automobile aperta con le chiavi nel cruscotto; un vagabondo potrebbe entrarvi e allontanarsi con essa.
Le anime vagabonde vogliono scroccare un passaggio nel veicolo corporeo di qualcun altro – di chiunque altro – avendo perduto il veicolo proprio, al quale erano tanto attaccate. E’ stato in casi simili, di persone possedute, che Gesù esorcizzò le spiriti vagabondi. Le anime vaganti non possono resistere alle altissime vibrazioni dei pensieri e della coscienza spirituale.
I sinceri ricercatori di Dio che praticano metodi scientifici di preghiera e meditazione non dovranno mai aver paura di tali esseri.
Dio è lo spirito di tutti gli spiriti. Gli spiriti negativi non possono arrecare alcun male a una persona il cui pensiero sia rivolto a Dio.
Paramahansa Yogananda

Ci sono stati casi di soggetti che la medicina della mente riteneva malati e che dopo un valido esorcismo sono risultati guariti al 100 % , questo sta a dimostrare che ci possono essere casi di possessione. Come ha chiaramente spiegato Yogananda la magior parte dei casi si possono individuare in soggeti che hanno particolari problemi mentali.
Lei cosa ne pensa della possessione ?

Cordialmente -- Mukunda --

Modificato da - Mukunda on 04/07/2007 22:17:21
Vai ad inizio pagina

lic77

Messaggi 15

Spedito - 07/07/2007 :  00:10:22  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
Salve M. A., ho letto solo oggi questa nuova discussione e devo dire che trovo lodevole il fatto che un medico si ponga il problema della fondatezza di certe teorie, il tutto per il possibile beneficio dei suoi pazienti. Personalmente penso che alla fine le nostre teorie e le sue non siano in così netto contrasto, alla fine un Guru deve guarire anche le ferite psicologiche, quindi ci saranno sicuramente dei punti d'incontro!
Ho visto che nel corso dei vari messaggi lei ha posto molte domande importanti: la distinzione tra mente e anima, il tema del controllo dei sensi, la reincarnazione e il karma, la possessione demoniaca ecc.. Questi sono temi assai complessi, e penso sia impossibile spiegarli tutti in modo esaustivo su un forum; inoltre c'è il problema della fonte: ovvero su un forum scrivono tanti “ricercatori”, ma per una corretta informazione bisognerebbe affidarsi ai libri di Maestri spirituali o di Guru.
D'altronde lei per conseguire la sua laurea ha dovuto studiare sui libri di testo per diversi anni, e quest'ultimi erano scritti ovviamente dai massimi esponenti della sua materia. Similmente se lei è veramente interessato ad una corretta e completa informazione dovrebbe procurarsi altri libri di testo (oltre ai tre già letti) e dedicare del tempo a tale studio.
Personalmente da quando ho iniziato i miei “studi” ho avuto molti benefici, e ho cambiato radicalmente il modo di vedere e concepire la vita umana.
E' stato interessante leggere questa discussione, e nei prossimi giorni mi piacerebbe intervenire di nuovo. Spero che questa possa essere un'opportunità per ulteriori approfondimenti.

Saluti.
Vai ad inizio pagina

parmanand gri

Italy
Messaggi 305

Spedito - 11/07/2007 :  00:05:28  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
ho letto il tuo messaggio, ho visto sommariamente le risposte, io sono stato dirigente della sanità per 20 anni, credi di capirti e quanto dai valore all'esattezza e alla razionalità della ricerca medica, perchè noi persone umane dobbiamo usare razionalità e con cretezza .Ti dico solo che da anni io sto cercando di traferire ciò che appartiene al Divino all'onore della razionalità,leggi ti prego il mio sito e vedi se li trovi qualcosa che soddisfa le tue necessità che io comprendo bene pur non essendo medico.La nostra salute risiede in realtà cui la scienza non é abituata, ma ciò non vuole dire che non sono concrete e razionali e che per ciò la scienza non le debba considerare e con ciò avviarsi in un nuovo cammino come di una nuova scienza , é un passo un pò ardito o duro, ma si cammina di sicuro verso la realtà che fa del meglio a tutti e nessuno può negarla e tutti prma o poi dovremo fare ciò.
Leggi con fiducia io sono sincero e posso provare ciò che affermo
Ciao auguri
Federico


Federico (parmanand gri)
Vai ad inizio pagina

parmanand gri

Italy
Messaggi 305

Spedito - 24/10/2007 :  01:12:01  Mostra profilo  Rispondi allegando il testo
caro M.A. proseguo i miei interventi sporadici sempre riferendomi alla tuo primo messaggio. Mi fa piacere sinceramente che una persona di scienza e con esperienza scriva in questo sito spirituale, accettando di confrontarsi con persone che hanno altre esperienze in un campo poi moto raro, poco noto e ove si parla un linguaggio del tutto differente: il campo spirituale, ove la spiritualità sovente é ritenuta cosa ben poco concreta infatti cosa ha mai portato? Sentimenti, sensazioni, percezioni forse ha migliorato qualche persona, ma tutto ciò é ben poco paragonabile alla concretezza della scienza medica pur con tutte le critiche che le si possono rivolgere e io aggiungo : con i suoi metodi ancora troppo violenti per la natura di una persona umana .

Io ho lavorato per trenta anni nella sanità ed ho una simpatia per i medici, non mi piace la cura sia affidata ad interessi, ma tutto sommato devo ammettere che un progresso in questo campo al pari di altri progressi deve pur contemplare il necessario per vivere ,anche il benessere per chi ci si dedica , il bisiess no quello non lo approvo.

Rispondo in sincerità quello che so :


LEI: Da quando si è inserita, sotto pressione da parte del suo fidanzato, in una “congregazione”, se così posso chiamarla, di praticanti della disciplina dello yoga, è del tutto cambiata. I molti che la conoscevano hanno confermato che, secondo loro, le è stato fatto quello che nei paesi britannici chiamano brainwashing, che in italiano suona un po’ peggio: “lavaggio del cervello”. Presenta degli evidenti sintomi psicosomatici da quando non esprime verbalmente la sua aggressività: in altre parole, sopprime se stessa in favore di qualcosa che oserei definire un fuoco fatuo. Comunque, la domanda volge un po’ troppo sul personale; preferisco restare in tema. Mangia poco, ha intenzione di inculcare una cultura vegetariana anche al suo bambino (fra poco lei e l’uomo che ama si sposano), e noi medici sappiamo bene che i 10 aminoacidi essenziali vanno introdotti attraverso la carne animale e le uova. Insomma, è cambiata. Però non fuma più. Unico punto buono dell’esperienza. La mia domanda è:


IO: Mi pare strano che lo Yoga possa portare a sopprimere qualcosa di utile, lo Yoga è poi una ginnastica dolce, in cui si impara a sviluppare la consapevolezza , lei dice quindi sopprime ma forse non sopprime ma ora sa passare oltre certe sciocchezze forse di cretini o di confusi della vita quali sono sovente gli esseri umani .Mi perdoni l'espressione, lo Yoga porta a crescere i valori umani e a maturare un certo atteggiamento interiore, calmo, pacato con un sottile riferimento ad un divino che non si conosce razionalmente ,ma come per intuizione o per istinto .Porta pace e anche benessere e si vedono talvolta le cose cui si dà molta importanza come sciocchezze umane come frivolezze cui si passa volentieri sopra mentre prima( senza Yoga e sviluppo di coscienza) ci si doveva sfogare.
Nello Yoga più avanzato e nella meditazione la persona percepisce entro se stessa le sofferenze altrui , subito si spaventa credendosi che queste sofferenze siano sue , poi inizia a capire e il suo atteggiamento cambia ed in genere nasce compassione e desiderio di fare qualcosa per gli altri .

Se presenta sintomi psicosomatici bisogna sapere quali e se sono o meno in relazione all'atteggiamento altrui, può essere comunque che l'insegnante di Yoga non sia molto qualificato.

La cultura vegetariana proviene dalla maturazione naturale di un profondo rispetto per la vita compresa quella animale. Io faccio questo esempio per cpire meglio : tutti siamo pronti a mangiare un pollo o un maiale o una mucca sostenendo che ci è indispensabile, ma poiché siamo così coerenti con il nostro bene allora proviamo a prendere un pollo in mano o un maiale o una mucca e uccidiamoli e dopo scuoimoli per mangiarli, vediamo allora quanto diamo importanza reale al nostro benessere alla nostra salute. molti rinuncerebbero ne sono certo e starebbero bene egualmente .

Parlare , affermare é facile fare cose concrete che ci comportano coerenza é un poco meno facile.

Non fuma più questo é l'unico buon segno che Lei vede, non é il maggiore io credo, poi si può imparare a fumare senza recarci danno.Le vie spirituali nel loro profondo quando ben capite e realizzate non negano alcunché .

Lei: In due dei libri succitati si parla di separazione dell’anima dal corpo, e in un capitolo d’essi si dice che la reincarnazione può trovare dimostrazione attraverso ciò. Innanzitutto, non vedo come la mente (perché psiche è “anima”), essendo il risultato di qualcosa di organico - particolari strutture del sistema nervoso - possa distaccarsi dal suo fulcro, da ciò che la tiene in vita.

IO: questo tema é assai più complesso e a mio avviso certezze non se ne hanno, io Le posso solo dire il mio pensiero ed é che l'anima anzitutto non é la mente, semmai qualcosa di affine alla consapevolezza, é per esattezza quella realtà intuitiva ma anche reale nei suoi effetti che si manifesta quando usiamo della consapevolezza ma in modo concreto e meglio ancora: quando impariamo che noi noi solo siamo consapevoli ma che sappiamo di essere consapevoli, che siamo coscienti del nostro essere consapevoli , ciò non è tutta l'anima occorre ancora qualcosa ma già si intuisce .La consapevolezza va quindi sviluppata maggiormente e ciò praticamente nessuno la fa per cui l'anima non sarebbe sviluppata che in ben poche persone e non so dire quali tranne probabilmente noi che lo facciamo con il preciso scopo di insegnare .

Ciò premesso parlare di reincarnazione diviene inutile poiché se l'anima non é sviluppata la persona non sa cosa é realmente poiché la sua parte più reale cioé l'anima non é stata desta non sa cosa ha vissuto ,quindi é come fosse scollegata dal corpo e dagli eventi della vita terrena, le numerose malattie ed affezioni sono a sostegno di questa ipotesi, quando infatti l'anima si desta ( cioé quando la consapevolezza viene sviluppata in modo adeguato) il corpo diviene sano ,le funzioni vitali si ridestano subito , si percepisce lo stato reale di salute, guarire da malattie gravi é altra cosa, ma tendenzialmente si é sani .Quando il corpo finisce, la parte reale non saprebbe più nulla della vita nel corpo e non ha senso parlare di reincarnazione e difatti quando nasciamo nessuno di noi sa di precedenti esistenze.

Naturalmente queste sono mie idee basate però su una certa razionalità ed esperienza. Poi ci sarebbero le eccezzioni di cui ci ha parlato Cristo per esempio e anche Say Baba ma queste attengono i comportamenti in vita che agirebbero sull'anima in altro modo e per capire qui occorre inoltrarsi in una conoscenza più profonda di cui ora non credo sia il caso di parlare .

Lei :. Perché essendo il pensiero il prodotto delle interconnessioni cerebro-nervose, sicuramente la filosofia dello yoga è il frutto di un’esperienza particolare unita a certe predisposizioni materiali genetiche; possiamo quindi derivare che anch’essa è frutto dell’elaborazione cerebrale di un certo tenore di vita.

Io : lo Yoga non é frutto di una elborazione mentale ma di una scienza di migliaia di anni e porta alla liberazione mentale ,la liberazione mentale é la condizione base per l'evidenza dell'anima , no è tutto ma é una delle condizioni . Lo Yoga inizia con piccoli passi con l'uso della consapevolezza e della disciplina fisica, poi si va avanti con le tecniche meditative.


LEI:Passo poi ad una questione correlata con la precedente interrotta: se ci sono stati “donati” i 5 sensi, perché mai non utilizzarli? Voi sicuramente siete persone intelligenti, quindi capite che le estasi che i meditanti provano nelle loro esperienze “spirituali” sono anch’esse il frutto dell’utilizzo dei cinque sensi! È ovvio. Non c’è nulla di estatico nel vedere la dea Kali, anzi: io mi preoccuperei seriamente. Possibile che nonostante tutta la scienza sperimentata vi sia ancora qualcuno che ne dubiti?

IO: nessuno ha mai visto la Dea kali semplicemente perchè non esiste come intendiamo noi, le divinità indiane non sono altro che la rappresentazione materiale di azioni, di qualità, di processi interiori, di processi evolutivi, di caratteristiche del Divino che sono il dono della crescita o della evoluzione spirituale . Vengono rappresentate in simboli solo per dare un aiuto alla persona umana, la quale da una certa epoca in poi ( vedere Say Baba) ha avuto bisogno di ciò, prima non esistevano divinità . Ad esempio l'uomo scimmia Hanuman, che compie ogni bene e protegge i poveri , rappresenta l'evoluzion umana dell'uomo selvaggio che grazie alla perenne devozione al divino diviene fedele servo del divino compiendo le opere a lui gradite .
Per Kali occorre fare ricerche io ho le alcune idee .

LEI: L’essenza della Bhagavad Gita: “[…] S. Freud si limitò a scalfire la superficie della psicologia umana; egli lavorò soprattutto con la psicologia dell’anormale […]”. Che adesso un maestro di yoga critichi le teorie di un neurologo in merito alla mente umana, peraltro oggi confermate dalla psichiatria e dalla neurologia, pare un po’ eccessivo: il saggio non ha mai avuto a che fare con cliniche specializzate e non ha mai praticato la psicoanalisi come noi, per poterne confermare gli effetti, ormai ampiamente dimostrati in un’infinità di sperimentazioni cliniche riportate nella letteratura psichiatrica. L’affermazione dell’autore non è poi corretta: per comprendere la psicologia dell’anormale, è necessario comprendere quella del normale, cosa che fanno tutti gli specialisti come me (psicologi, psichiatri, psicoanalisti). Allo stesso modo, per comprendere nella sua interezza la psicologia del normale, è necessaria la psicologia patologica, poiché tutti (anche voi saggi, già!) siamo un po’ malati nel profondo. Nessuno cancellerà mai da sé le proprie relazioni oggettuali disturbate, i conflitti narcisistici e intrapsichici dell’adolescenza, gli stadi psicosessuali infantili. Lo provano oggi le neuroscienze. Non trovo invece nulla che mi provi l’esistenza di una Coscienza Cristica, o della reincarnazione.

IO: anche io dubito che una disciplina Yoga possa giungere a tanto solo con se stessa, la meditazione fa già molto di più, per cancellare questi conflitti e condizionamenti occorrono secondo mé esperienze molto forti e con un elevato contenuto umano e di vita e di gioia e di bellezza. Le meditazioni e le vie spirituali possono giungere a ciò, anche io con al meditazione Vita ( vedere sito )ho avuto qualche bel risultato , ma l'impegno é certo notevole anche se molto piacevole , ben venga quindi l'aiuto degli psicologi .


LEI: Le scienze della psiche studiano tutti i fenomeni “paranormali”; hanno compreso come le onde elettromagnetiche di certi templi e castelli influiscano sulle onde cerebrali modificando l’attività psichica; hanno compreso come certe visioni o certe sensazioni siano espressione di sintomi somatici derivati da forti soppressioni di pulsioni, o come addirittura siano la manifestazione di sintomatologia di patologie più gravi (schizofrenia, spettro psicotico, spettro delirante, disturbi della personalità, ecc.). Che poi è un controsenso: per es., mia sorella ha visto, mentre meditava, risalire sulle gambe un’onda di energia bluastra, come corrente elettrica. Ora, perché qualcosa che non ha nulla a che fare con i sensi si esprime attraverso essi?
IO: credo possibile che sia reale la visione di sua sorella, forse ha iniziato una via spirituale, ma ciò non é la regola, sono eccezzioni neppure da ricercare .Sulle emissione radianti mi hanno detto semplicemente che distolgono una parte non consapevole della nostra mente sottraendo così energie vitali al corpo e da ciò proverrebbero le malattie. Un ricercatore che credo stia a Firenze ha inventato un filtro ( che ora é anche in commercio) che evita ciò modificando il campo ionizzante deformato dalle emissioni. Se le interesssa le fornisco ulteriori indicazioni.

Certo che le forti soppressioni possono portare a squilibri, e tutti nella vita commettiamo la più grande e letale soppressione: quella dell'anima e con Lei quella delle belelzza e della felicità maggiore della vita ; é sempre una scala di valori parlando in termini comuni, se Lei portasse una persona con squilibri a fare volontariato con persone seriamente bisognevoli probabilmente dimenticherebbe i suoi conflitti perché vede dei problemi maggiori e satrebbe meglio.Forse anche se la portasse in un ambiente gioioso e con contenuto "umano" potrebbe stare meglio , ma sono cose rare oggi. In assenza di ciò ( oggi non é facile fare volontariato per casi seri) per ciò che ne so un modo che dovrebbe risultare valido per superare i conflitti é la meditazione accompaganta da una vita sana un pò di attività fisica un sano lavoro possibilmente con impegno manuale o con un fine rivolto verso un bene comune .

LEI: Sulla reincarnazione c’è un altro discorso da fare: non può forse essere l’espressione di un meccanismo difensivo (l’annullamento retroattivo) atto a cancellare i nostri errori passati e a concederci un’altra opportunità?

IO: certo come ho detto prima si deve correggere l'errore fondamentale che l'anima non é stata sviluppata e d ciò che la vita più vera non si é vissuta, ma chi rinasce credo proprio che dimentichi tutto , é sempre Lui o una parte di Lui , ma non può sapere di esserlo. Verrà un giorno in cui l'evoluzione ( cioé la manifestazione dell'anima individuale si completerà ,( lo dice anche Cristo) l'umanità é in cammino verso questa meta, restano fuori solo coloro che sono decisamente nei gesti contro la vita che non troveranno più il modo di incarnarsi (Say Baba ).

LEI: La psiche dell’uomo è per sua natura deviata; i rishi dell’antica India potevano anche essere delle persone affette da disturbi deliranti di tipo onnipotente. Del resto, si ritiravano in eremitaggi, e lo sappiamo: spesso la solitudine causa angoscia tale da farci elaborare i pensieri più distorti. Tramite la meditazione, forse, erano riusciti a fronteggiarli. Richiamo ora la vostra cortese (sfido, io, a leggere una tal lettera!) attenzione ancora una volta per portarvi su un punto che mi ha molto colpito, e che mi ha fatto sorridere. Nel volume di Yogananda L’eterna ricerca dell’uomo vi è il primo paragrafo del capitolo “Cosa sono gli spiriti?” in cui Paramhansa racconta di una donna che soffriva di quella che la psichiatria definisce - nonostante non abbiamo una documentazione appropriata sul caso specifico del guru di Donald Walters - psicosi a carattere paranoide con tratti deliranti e ossessivo-compulsivi. Ora, per questi vi sono più forme di terapia, fra le quali la prediletta è quella a base di clorpromazina, un neurolettico; vi è poi la psicoterapia, che aiuta a comprendere cosa rappresentano, nel nostro caso, i vampiri da cui la donna credeva di essere aggredita.

IO: quando lo spirito cioé l'anima non si manifesta é perché é oppressa o da agenti esterni ( oggi ciò é molto normale) o perché non ha alcuna guida in un suo momento delicato. Allora si può dare realmente di testa!! Gli esaurimenti credo abbiano molto a che vedere con questa realtà. Yogananda poteva fare stare meglio la persona per ragioni che trovo difficle ora spiegarle Lui era anima evoluta e basta la sola vicinanza fisica per dare un sollievo, talvolta la guarigione ( vedere miracoli di Cristo). Queste conoscenze appartengono alla sfera spirituale e non al sapere comune Se Lei desidera inoltrasri in questa conoscenza meglio esperienza posso darle qualche inidcazione utile e secondo me valida.


LEI:Vi è quindi l’interpretazione psicoanalitica per certe situazioni, che risolve brillantemente i casi con una irrilevante percentuale di ricaduta. Yogananda, che afferma di guarirla ogni qualvolta si rechi da lui, è ovvio che non concepisce la radice del problema, se essa vi ricasca: è compito del “guaritore dello spirito” (etimologicamente, psichiatra) curare la paziente, non di lei stessa, che rischierebbe di aggravare la situazione effettuando un’introspezione. Ovviamente, occorre anche il suo aiuto, durante le sedute. Ma qui si capisce bene come in casi tali la pratica che tanto favorite della soppressione non funziona: “[…] l’idea di quella presenza notturna era sì forte in lei che […] ella ricadeva nel suo male.” Nelle note a fondo pagina, i commenti la dicono lunga sull’errore di base nella terapia del grande maestro spirituale: “Le persone che ritornano ai loro errori di pensiero, come fece quella donna, permettono alla malattia di ritornare.”; è ora ovvio che una persona affetta da un disturbo mentale deve essere aiutata a non tornare a quelli che il commento chiama “errori di pensiero”, che in realtà sono parte di una configurazione psico-biologica dell’identità personale.

IO: a mio avviso solo la pratica interiore ( meditazione con la consapevolezza di ciò che si fa) personale e consapevole può condurre a stabili miglioramenti poiché porta ad una crescita di consapevolezza e quesat crescita la si impara a governare a piacere . I benefici dei guaritori non so come funzionino , so per certo che la loro vicinanza dona un sollievo ma certo che poi si tende a ritornare come prima salvo casi eccezzionali.( vedi Cristo e altri) Ai nostri tempi se Lei legge I DONI DELLO SPIRITO di Corrado Maggia ( deve chiedere alla più vicina Chiesa di Cristo Re) troverà incredibili esempi di guarigione e può parlare anche con Corrado che tra l'altro è simpatico e di spirito .

A parte tutto ciò voglio spendere una parola per le vie spirituali delle quali lo Yoga segna i primi passi, chi fa yoga, chi pratica una via spirituale trova in se stesso e nel mondo intorno tanta di quella bellezza e felicità che é impossibile esprimere con parole, con naturalezza questi doni sono attribuiti al superiore Divino che é sentito vivamente e taluni riescono anche a vederne perlomeno una parte quell aa noi più vicina credo essa é detta la Luce (OM), Il tema salute diviene secondario in questo modo di vivere, generalmente si hanno benefici concreti, ma il fatto di non trovare nel mondo intorno a se stessi alcuna cosa simile a quanto si é trovato può condurre a sbandamenti o atteggiamenti poco coerenti col vivere comune, Normalmnete ciò non avviene però potrebbe accadere. La via della conoscenza a mio avviso deve transitare attraverso queste esperienze interiori ( ma reali, concrete e on immaginarie )e solo allora la conoscenza anche scientifica potrà pensare di approdare a nuove mete e riscoperte
.
Per ciò occorrono persone volenterose che si dedicano molto ( con mente, anima e cuore ) e anche occorrono strutture adeguate, pero' per intanto qualcosa in piu' si capisce, anche si capisce che esistono ben maggiori possibilita' di benessere, salute, gioia e felicita'.
E'' stato un piacere dialogare con lei , la saluto e chissà che magari un giorno ci incontriamo.


Federico (parmanand gri)

Modificato da - parmanand gri on 28/10/2007 22:55:34
Vai ad inizio pagina
Pagina di 2 Discussione precedente Discussione Discussione successiva  
Pagina Precedente
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Vai a:
Il forum libero di www.Guruji.it © www.Guruji.it Vai ad inizio pagina
 Image Forums 2001 Snitz Forums 2000