Il forum libero di www.Guruji.it
Il forum libero di www.Guruji.it
Home | Profilo | Registrazione | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
 Tutti i forum
 Il forum libero di www.Guruji.it
 Discussioni e opinioni generali
 Domanda per Furio

Nota: Devi essere registrato per rispondere al messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La registrazione è GRATUITA!

Risoluzione schermo:
Nome utente:
Password:
Formato:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoSbarrato a SinistraCentratoa Destra Riga orizzontale Inserisci un indirizzo web (HYPERLINK)Inserisci indirizzo email (EMAIL) Inserisci del codice (CODE)Inserisci una citazione (QUOTE)Inserisci elenco
   
Messaggio:

HTML non è attivo
Il codice su forum è attivo
Faccine
Felice [:)] Molto Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla 8 [8] Infelice [:(] Timido [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]

 
   

R E V I S I O N E     D E L L A     D I S C U S S I O N E
Germana Inviata - 10/09/2007 : 23:15:53
Ciao Furio,
leggendo sul tuo sito la traduzione di un a guida del sig. Davis per la meditazione, ho letto che gli stati meditativi profondi sono sconsigliati a chi soffre di allucinazioni e di depressione, mi chiedevo perchè visto che le pratiche meditataive sono, per quanto ne so io, senza effetti collaterali
ciao e grazie
Germana
12   U L T I M E      R I S P O S T E    (Ultimi inserimenti)
mikifoster Inviata - 28/11/2007 : 20:06:58
Signori, ritorniamo sempre alle stesse discussioni. Vorrei rimanere strettamente in tema, poiché stiamo trattando una cosa molto seria che non ha nulla a che fare con questa o quella organizzazione.

Federico, conosco Davis e so che se insegna alle persone di non meditare quando hanno (serie) patologie mentali, lo fa a ragion veduta. Con ogni probabilità Davis ha letto il libro da lei citato molte più volte di quanto lo abbia fatto lei; tanto è vero che anche Ananda ed SRF - come ha fatto notare correttamente Franco - dicono la stessa identica cosa. Se crede di aver letto da qualche parte una notizia diversa da questa, specialmente su testi SRF, si corregga, perché non è vero. Le cose riportate sul testo di P.Y. da lei citate non hanno un'attinenza specifica con questo argomento e non credo siano pienamente applicabili. La mente umana è un piano spesso insondabile.

Nessun testo SRF suggerirà ad uno schizofrenico (o ad un depresso grave) di meditare; poi, se qualcuno desidera consigliarlo ugualmente se ne prende la piena responsabilità (karmica, morale ed eventualmente legale). Lei se la vuole prendere? Faccia come crede, ma io non glielo consiglio e non lo voglio consigliare neanche a chi legge questi post.

Volevo solo aggiungere una cosa su un altro argomento che è stato trattato (apparentemente a sproposito) su questo thread:

Nel primo post lei cita il fatto che un non meglio identificato "qualcuno" insegni i 4 kriya tutti insieme. Io conosco un pò tutti: SRF, Ananda, Davis, parecchi maestri indiani del kriya yoga, l'organizzazione di Oliver Black, La Self-Revelation church, ecc. Tutte organizzazioni che insegnano forme di kriya yoga simili tra loro.

Le assicuro che nessuna tra queste organizzazioni insegna i 4 kriya tutti insieme. Se qualcuno le ha detto così, è stato informato male. E'possibile che qualcuno abbia pubblicato i kriya su un sito (e lo ha fatto più di una persona), ma in questo caso non si può parlare di maestri o insegnanti, ma di personaggi irrispettosi o ignoranti di una tradizione alla quale non appartengono.

Al di là di ogni sterile polemica su quest'ultimo argomento (che probabilmente lei non ci farà mancare), ci tenevo a dirlo.

Cordialità

MF
Franco_An Inviata - 28/11/2007 : 16:57:09
Citazione:
Originariamente inviato da Mukunda

Bè, mio caro signor Franco, io parlo per esperienza personale e per cio che sta scritto nei testi della SELF REALIZATION FELLOWSHIP.



Lo sai che i testi della SRF, inclusa l'autobiografia di Yogananda, sono stati ampiamente modificati (a più riprese) dopo la morte di Yogananda? Ci sono le prove. Puoi anche verificare da te stesso raffrontando una versione vecchia e una moderna.

Allora come la mettiamo? Chi ha detto di modificare i testi? Sono ancora validi? Esprimono veramente il volere del Guru? (inutile farti questi ragionamenti, li ignorerai dimostrando il tuo integralismo religioso).

Citazione:

Ovviamente non direi mai ad un soggetto con gravi patologie di ignorare le terapie ufficiali, ma di certo l'aiuto che può dare la Meditazione va oltre la normale comprensione umana.



Qualche messaggio sopra mi sembra che hai affermato il contrario.

Citazione:

Da come lei scrive si evince una chiara disinformazione sulla meditazione Yoga.



Allora rivolgi queste tue parole agli insegnanti della SRF perchè quanto ho detto non è altro che quel che dicono loro.

Citazione:

La informo che il Training Autogeno (che è una vera e propria meditazione) viene adottato anche come cura ufficiale.



Hai scoperto l'acqua calda. Forse ti è sfuggito il mio messaggio sulle affermazioni scientifiche di guarigione.

Citazione:

Le ricordo inoltre che il Signor Devis ha abbandonato la SRF e non ha più cariche rappresentative,



Per tua informazione Davis (e non Devis), se ne è andato dalla SRF dopo la morte di Yogananda, proprio perchè hanno deciso di prendere delle direzioni che non erano il volere originale di Yogananda (e da qui tutte le modifiche sui testi originali ecc), e lui, non essendo daccordo con questi cambiamenti, che (ripeto) erano diversi dal volere del Guru, ha deciso bene di andarsene.

Ora: chi è il vero fedele al Guru?

Citazione:

inutile ricordarle cosa è la lealtà e la fedeltà al Guru.



Forse non ce l'hai chiaro neanche tu questo concetto.

Se pensi che basta leggere un libro ed applicarlo alla lettera, hai tanto pane da mangiare ancora.

Mukunda Inviata - 28/11/2007 : 15:27:17
Bè, mio caro signor Franco, io parlo per esperienza personale e per cio che sta scritto nei testi della SELF REALIZATION FELLOWSHIP. Ovviamente non direi mai ad un soggetto con gravi patologie di ignorare le terapie ufficiali, ma di certo l'aiuto che può dare la Meditazione va oltre la normale comprensione umana.
Da come lei scrive si evince una chiara disinformazione sulla meditazione Yoga.
La informo che il Training Autogeno (che è una vera e propria meditazione) viene adottato anche come cura ufficiale.
Le ricordo inoltre che il Signor Devis ha abbandonato la SRF e non ha più cariche rappresentative, inutile ricordarle cosa è la lealtà e la fedeltà al Guru.
Franco_An Inviata - 28/11/2007 : 09:11:23
Mukunda, come mai ora ci si da del "lei" così all'improvviso? E' per mantenere la distanza spirituale dagli intoccabili?

Sai come li trattava Yukteswar quelli che si ergevano a sapientoni e depositari della Verità? Meglio che te lo vai a leggere :)

Secondo me fai un bel pò di confusione, la depressione è una cosa serissima, non è un momento di scoraggiamento o di tristezza che si allontana facilmente con uno sforzo di volontà e di gioia, ma è una vera e propria malattia psicofisica, che potrebbe avere un'origine biologica (incapacità di produrre certi ormoni, ecc).

La depressione (quella seria) è una vera e propria menomazione da curare, è come avere una gamba rotta e ingessata e pretendere di correre; prima farai guarire la frattura e poi piano piano inizierai a camminare e correre.

Quindi cosa vuoi meditare in questo caso?

Perchè non provi a telefonare alla SRF e spacciarti per uno che è in cura per depressione, o chiedere un consiglio per un tuo amico depresso che vuole fare meditazione, poi vedi cosa ti rispondono.

Continui a negare l'evidenza e le cose che ti dicono gli altri, in nome di cosa? Di un integralismo ideologico?

Sai quanti casi ci sono di persone che sono andate da sedicenti centri spirituali, dove gli è stato consigliato di smettere le terapie mediche (senza approvazione del medico) e sono finite solo per peggiorare la situazione o per suicidarsi?

Per quanto riguarda Davis, forse dovresti un pò documentarti prima di sparare a zero senza conoscere i fatti (e specialmente rifiutandoti categoricamente di leggere qualsiasi cosa non sia edita dalla SRF).

Davis fu ordinato ministro della SRF da Yogananda e successivamente gli fu data la direzione del centro SRF di Phoenix, presenziare alle funzioni, iniziare al Kriya, ecc, con la direttiva di tornare ogni mese alla casa madre per passare dei giorni privatamente con il Guru.

Se solo ti sforzassi di studiare e leggere un pò di più, di allargare un pò la tua comprensione, sapresti che Davis è un insegnante spirituale molto pratico, rispettoso e "semplice", lui insegna le cose esattamente come gli sono state insegnate da Yogananda, e fa una grande attenzione alla psicologia e alla risoluzione pratica dei problemi personali.

Con questo non voglio difendere nessuno, ma smettiamola di fare critiche ipocrite e gratuite.
Mukunda Inviata - 28/11/2007 : 00:43:23
Citazione:
E' comprensibile che lei abbia le sue convinzioni; ma ci pensi bene prima di dare consigli su argomenti tanto delicati; è un campo minato e può realmente far danno a qualcuno.



Ma signor Michifoster questo è un forum non una clinica psichiatrica.
Per mio conto posso solo riferire la mia esperienza e ciò che è riportato negli insegnamenti del Maestro.

Avete mai letto "L'Eterna Ricerca dell'Uomo" ai capitoli:

Auto-analisi la chiave che porta a dominare la vita
Guarire mediante l'illuminato potere di Dio
Eliminare dalla radio mentale le scariche elettriche della paura.
Il nervosismo: causa e cura
Curare gli alcolizzati mentali
Superare i malumori terribili
Mente serena in un mondo mutevole
La vita equilibrata (curare le anormalità mentali)
Sviluppare la volontà dinamica


Eccetera eccetere eccetera..... praticamente tutto il libro parla di come vincere le anormalità mentali, come guarire da problemi gravi, e come ottenere il dominio sulla mente attraverso la profonda meditazione !

Mi chiedo... ma Devis lo ha mai letto ???

Cordiali -- Mukunda --







mikifoster Inviata - 27/11/2007 : 20:20:34
Faccia una prova Federico, chiami Raffaele o Simone a Los Angeles e dica loro di essere depresso e schizofrenico; chieda se può meditare e magari di essere anche iniziato, dopodiché ascolti la risposta. Certo, è possibile che la scoraggeranno anche perché sono ben in pochi a sapere quale possa essere l'interazione tra meditazione e depressione e/o schizofrenia piuttosto che per una convinzione o conoscenza specifiche; è abbastanza insondabile come materia - oserei dire.

Un'organizzazione con tanti milioni di dollari a disposizione si mette sicuramente a vento ed evita di dare consigli avventati in un campo a dir poco minato. In America specialmente, i disperati affamati di soldi sono dietro l'angolo e spillarne a qualcuno che ne ha tanti con una causa legale ben strutturata è un attimo. Esistono più avvocati civilisti negli Stati Uniti che nel resto del mondo ed esistono più avvocati in California che nel resto degli Stati Uniti (mi fu detto a Los Angeles anni fa).

Le aggiungo una cosa (con simpatia e affetto)

La pensi come vuole (ne ha tutto il diritto), ma se negli scritti di P.Y. ha trovato da qualche parte che ad una persona con problemi psichici è consigliato meditare, si fidi, li rilegga con maggior attenzione, perché difficilmente la troverà per davvero. Qualsiasi medico o psichiatra sconsiglierà una pratica di meditazione ad una persona con disturbi psichici. Qualcuno lo fa; di solito però quel qualcuno raramente è un medico. Non mi risulta che P.Y. fosse in mezzo a quei soggetti che davano consigli simili; almeno non con leggerezza scrivendolo in una lezione o in un libro alla portata di tutti. Si può ipotizzare che ad alcuni potesse consigliarlo, ma se questo avveniva era perché P.Y. sapeva perfettamente chi fosse quella specifica persona e che problemi potesse avere.

Nel dare un consiglio del genere, non avendo probabilmente competenza in materia (sia onesto, lei è esperto di malattie mentali?) si prende una grande responsabilità; ne sia pienamente consapevole. Supponga che qualcuno le venga dietro e, successivamente, abbia un'acutizzazione dei suoi problemi. Di chi è la colpa? E' sua che gli ha dato quel consiglio.

E' comprensibile che lei abbia le sue convinzioni; ma ci pensi bene prima di dare consigli su argomenti tanto delicati; è un campo minato e può realmente far danno a qualcuno.

Cordialità

MF
Mukunda Inviata - 27/11/2007 : 17:19:09
Forse lei parla di episodi sporadici e non documentati, be se parliamo di casi dove il soggetto si siede per meditare ma senza meditare allora non vi è la possibilità di guarire.... e come dire a un trattore di muoversi senza accenderlo.
In questo caso il semplice sforzo di sedersi senza la convinzione, data dalla forza di volontà dinamica, porterà ad inutili tentativi e il problema verrà alimentato da un'azione priva di risultati.
Viceversa, il soggetto che soffre e che allo stesso tempo vuole risolvere il proprio problema psicologico attraverso uno sforzo di volontà dinamica avrà di certo un risultato positivo con la profonda meditazione.
Ovviamente se un soggetto che medita va nel profondo, non può aver altro che beneficio, colui che raggiunge un tale traguardo ha azionato la sua volonta in modo concreto e dinamico !
Franco_An Inviata - 27/11/2007 : 09:24:38
Citazione:
Originariamente inviato da Mukunda

Signor Furio non ho mai sentito dire ai monaci SRF che la meditazione profonda fa male ai soggetti che soffrono di allucinazione o depressione, ne tanto meno vi è scritta una assurdità del genere negli insegnamenti del Maestro (intendiamoci sto parlando di Paramahansa Yogananda).



Non essere così assoluto nelle tue convinzioni, anche perchè ogni persona è un caso a parte.

Yogananda, quando era su questa terra, non dava ai suoi discepoli le fotocopie delle sue lezioni (che spero tu abbia letto nella versione integrale in inglese), ma ad ognuno insegnava le varie tecniche con variazioni (anche significative) personalizzate.

Quindi non si può generalizzare.

Detto questo, io conosco una persona che soffriva di depressione bipolare, e sia ad Ananda che i monaci SRF le hanno consigliato di non fare meditazione, ma piuttosto di concentrarsi su altre attività come l'hatha yoga, gli esercizi di ricarica, i canti devozionali, ecc.

Magari tu non l'hai mai sentito dire nelle riunioni SRF o al pubblico, ma nelle consulenze private al telefono è una cosa risaputa, se chiedi fra i devoti SRF troverai sicuramente riscontri.

Poi adesso che ci penso bene, mi pare di ricordare di aver letto questo anche in uno dei libri di Yogananda, solo che mi devo ricordare dove...


PS: Approposito, qualcuno sa se si trova la raccolta dei libri di Yogananda in formato txt? Sarebbe il massimo per fare delle ricerche.
Mukunda Inviata - 26/11/2007 : 23:16:31
Signor Furio non ho mai sentito dire ai monaci SRF che la meditazione profonda fa male ai soggetti che soffrono di allucinazione o depressione, ne tanto meno vi è scritta una assurdità del genere negli insegnamenti del Maestro (intendiamoci sto parlando di Paramahansa Yogananda).
E’ tassativamente ovvio che se si va nel profondo si acquisisce progressivamente una pace profonda data dall’allontanamento dai sensi fisici e conseguentemente dall’avvicinamento della coscienza suprema dell’Anima !


POST RIPORTATO:
Le confido una cosa personale: In età giovanile ho sofferto per 4 lunghi anni di problemi psicologici:
Soffrivo di scrisi da panico e da forti stati ansiosi-depressivi causati da un trauma avuto per via di un serio problema in famiglia (non lo racconto per riservatezza).
Le persone a me care cercarono di aiutarmi portandomi da chi di competenza, a dire il vero un bravo psichiatra-psicologo, il quale mi aiutò con colloqui e con terapia.
Passarono gli anni ma il problema rimaneva nonostante le cure.... be alla luce di ciò, che sulla mia pelle fu sperimentato, posso dirle che sono uscito da questo incubo solo ed esclusivamente con la mia forza di volontà unita alla pratica della profonda meditazione insegnata da Paramahansa Yogananda. Adesso sono passati moltissimi anni da allora e ricordando quei momenti vorrei tanto che le persone "sofferenti mentali" potessero capire che al di la della coscienza corporea mentale esiste il Sè interiore "l'Anima" che è la nostra vera essenza da scoprire. Colui che conosce se stesso ottiene il dominio sulla psiche mentale.


“Il cosiddetto Autocontrollo”

Da sottolineare che gli insegnamenti di Paramahansa Yogananda attraverso la SRF hanno il sublime potere di guarire la psiche per via della cosiddetta "dolcezza meditativa".
La corretta pratica delle tecniche meditative è assolutamente fondamentale !
Il cervello deve evolversi gradualmente, infatti le direttive date dal Maestro alla SRF furono di dare le tecniche di meditazione in modo graduale.
Le tecniche preliminari (Om, Hong-so, Esercizi di Ricarica) sono per l'appunto le tecniche preliminari di una più potente meditazione chiamata Kriya Yoga, esse si praticano per un minimo di sei mesi prima di ricevere il Kriya.
Il Kriya deve dolcemente risvegliare il ricercatore, esso viene dato in modo graduale.
Non si possono dare i 4 Kriya simultaneamente !
Questa errata pratica è seguita da diversi individui nonostante il Guru raccomandava la cosiddetta "Dolcezza Meditativa".
Ipoteticamente se diamo un eccessivo quantitativo di energia al cervello esso può bruciarsi... vedi: L'Autobiografia di uno Yogi al capitolo (La scienza del Kriya Yoga).





Furio Inviata - 26/11/2007 : 21:39:57
Era tanto che non visitavo il forum e ho notato solo adesso la domanda.

Nessun medico consiglierà mai pratiche meditative ad una persona con disturbi mentali. Le persone che soffrono di (pesanti) crisi depressive dovrebbero - per prima cosa - risolvere il loro problema grazie all'aiuto di uno specialista e solo dopo praticare la meditazione. La motivazione è semplice.

Non sono un medico, quindi non voglio spingermi in concetti dei quali non ho conoscenze approfondite, ma chi è depresso, solitamente, soffre di angosce, paure, piccole crisi di panico, sensazioni di mancanza di speranza, di non poter più uscire da quella situazione mentale, ecc. Ritirarsi in se stessi in un momento in cui si può avere una crisi è altamente sconsigliato, perchè lo stato di silenzio può amplificare il problema.

Va fatto notare che la maggior parte delle persone non sperimenta stati supercoscienti mentre medita, perché si sta ancora sforzando di raggiungerli. Chi li sperimenta costantemente, invece, non può avere crisi depressive perché il suo sistema nervoso è costantemente rigenerato e raffinato dalla supercoscienza. Anche per questa ragione, le persone che fanno una pratica meditativa (e sono ancora in uno stato di coscienza ordinaria) non devono praticare profondamente, se sono in uno stato di forte depressione. Può essere realmente pericoloso. Esistono sicuramente pratiche più leggere, ma efficaci, che una persona in quello stato può fare in attesa di ritornare in uno stato di funzionalità normale; prima tra tutte la semplice preghiera.

Non è un caso che alle persone depresse si consigli di impegnare la mente in attività ricreative e di non rimanere troppo tempo da sole. Non solo il sig. Davis sconsiglia la pratica profonda quando ci si trova in quello stato, ma lo fanno anche i monaci della SRF, i rappresentanti di altre organizzazioni e tutte le persone che hanno un pò di competenza e di buon senso.

La depressione può essere causata da molti fattori; spesso e volentieri uno di questi è lo stress, accompagnato da una mancanza (ripetuta nel tempo) di adeguato riposo. Esistono sicuramente altri fattori molto più complessi e difficilmente identificabili (parliamo di problemi di tipo psicologico); il mio personalissimo consiglio su questi argomenti è sempre lo stesso: affidatevi a Dio per la vostra pronta guarigione e fate ogni cosa a livello pratico per accelerare il processo. "Fare ogni cosa a livello pratico" significa, nella fattispecie, affidarsi ad un professionista serio in grado di darvi l'aiuto di cui avete bisogno.

Buone cose / Furio
mccoy Inviata - 22/09/2007 : 22:23:15
Forse il brano in questione potrebbe riferirsi a un determinato e specifico contesto...
Mukunda Inviata - 13/09/2007 : 17:55:11
Citazione:
Ciao Furio,
leggendo sul tuo sito la traduzione di un a guida del sig. Davis per la meditazione, ho letto che gli stati meditativi profondi sono sconsigliati a chi soffre di allucinazioni e di depressione, mi chiedevo perchè visto che le pratiche meditataive sono, per quanto ne so io, senza effetti collaterali
ciao e grazie
Germana


Infatti.... Non c'è niente di più sbagliato....

Più si va nel profondo più si acquisisce sicurezza interiore e autocontrollo !

Il forum libero di www.Guruji.it © www.Guruji.it Vai ad inizio pagina
 Image Forums 2001 Snitz Forums 2000